User Subroutines con Abaqus

 

 

Uno tra i più grandi vantaggi di Abaqus è la possibilità di scrivere User Subroutines.

Nuovi materiali (UMAT), nuove variabili (USDFLD) o tipi di elementi (UEL) possono essere direttamente definiti dagli utenti aumentando così le già ampie capacità di modellazione di Abaqus.

A sentire gli utenti, il primo ostacolo da superare è l’installazione stessa di quei programmi esterni ad Abaqus ma necessari per compilare e far funzionare le User Subroutine. Questo processo, tipicamente più agevole per sistemi Linux, sembra essere un poco più problematico in sistemi basati sul sistema operativo Windows.

Qui di seguito i 6 passi per fare un po’ di chiarezza su come far funzionare sul vostro sistema le User Subroutine di Abaqus per una tipica installazione su un sistema Windows con processore 64bit con Abaqus 2016.

 

1 – Controlla le versioni dei software suggerite da SIMULIA

Due software saranno necessari per compilare correttamente le Abaqus User Subroutines: un compilatore C++ e un compilatore Fortran. Siete caldamente raccomandati di seguire i suggerimenti di Simulia nella scelta delle versioni dei software da installare. Le versioni adatte per ogni release di Abaqus e sistema operativo possono essere trovate al seguente link (3DS Passport necessario per il login): http://media.3ds.com/support/progdir/all/?pdir=simulia,ep616,update02_1&context=onpremises .

 

2 – Installazione del compilatore C++

Scarica e installa il compilatore C++. Nella nostra configurazione, la versione suggerita è il Microsoft Visual Studio 2012 Update 4. Dal sito Windows potrete scaricare e provare una versione gratuita di prova. La compilazione delle subroutine non funzionerà con la sola versione Express.

 

3 – Installazione del compilatore Fortran

Scarica e Installa il compilatore Fortran. Nella nostra configurazione, la versione suggerita è Intel® Fortran Composer XE 2011 Update 6.

 

4 – Configura Abaqus verso il compilatore Intel Fortranblog

Configura Abaqus Command:

– Trova il path al batch file ifortvars.bat e copialo.

– Dal menù Start, clicca col tasto destro su Abaqus Command della versione Abaqus che volete utilizzare, selezionate Proprietà e modificate il campo Destinazione aggiungendo il path precedentemente salvato. Esempio:

C:\windows\SysWOW64\cmd.exe /k “C:/Program Files (x86)\Intel\ComposerXE-2011|bin\ifortvars.bat”

Configura Abaqus CAE in modo simile ad Abaqus Command:

– trova il path ai batch file ifortvars.bat e vc varsall.bat

– Modifica il campo Destinazione delle proprietà di Abaqus CAE nel seguente modo:

“C:/Program Files (x86)\Microsoft Visual Studio 2012\VC\vcvarsall.bat” &&  “C:/Program Files (x86)\Intel\ComposerXE-2011\bin\ifortvars.bat” && C:\SIMULIA\CAE\2016\win_b64\resources\install\cae\launcher.bat cae || pause

Nota bene che i path identificati sono puramente indicativi e varieranno in base alle installazioni effettuate.

 

 

 

5 – Configura le variabili di ambiente

Fai doppio click sul file vcvarsall.bat che trovi al link mostrato in precedenza.

Fai doppio click sul file ifortvars.bat che trovi al link mostrato in precedenza.

 

6 – Verifica il funzionamento di Abaqus.

Apri una finestra di Abaqus Command e digita: ” abaqus verify -user_std ” seguito da un invio. Controlla che il test termini con successo.

 

blog2

 

Posted in Uncategorized.

Silvia Bruni